I responsi finali

Virtus Scafatese – promossa in serie D

Poseidon 1958 – Retrocede in Promozione

Play off :

Sarnese 2a Classificata – Pro Scafatese 5a Classificata, non si gioca per distanza superiore ai 9 punti in classifica.

3a contro 4a :    U.S. Angri – Libertas Stabia –  ad Angri ( la vincente sfiderà la Sarnese a Sarno)

Play Out :  

12a contro 15a –  Palmese – Cicciano – a Palma Campania

13a contro 14a  - Calpazio – Eclanese – A Capaccio

Si rammenta che si tratta di gara unica in casa della migliore classificata, tempi regolamentari e supplementari , senza rigori , se dopo i 120′ persiste la parità sarà considerata vincente la squadra che ha giocato in casa.

Alla fine festeggiano entrambe

VIRTUS SCAFATESE  2

LIBERTAS STABIA  2

Rete: 35’ Polverino (VS), 6’ st Marcucci (VS), 8’ st Solimene (LS), 44’ st Montella (LS).

V.Scafatese: Gallo, Romano, Colantuono, Bencardino, Abate, Cirillo, Del Gaudio, Ferrentino (30’ stA vino), Polverino, Ascione, Marcucci (38’ st Malafronte), A disp.: Zambrano, Manzo, Giudice, Somma, Gaudieri, All.: Pasquale Esposito

Libertas Stabia.: Di Martino, Calvanico, Esposito G., Schettino M. (41’ st Lombardi), Cesarano N., Gargiulo, Di Ruocco (25’ st Montella), Parmentola (25’ st La Monica), Mosca, Chierchia, Solimene. A disp.: Amodio, Memoli, Battimelli, Inserra. All.: Maurizio Coppola

Arbitro: Alessio D’Amato di Siena

Assistenti: Aniello Bagnati e Dario Raho di Ercolano

 Ammoniti: Del Gaudio

Scafati. Tribuna gremita e colorata, quella che accoglie l’ultimo atto della Virtus, prima di varcare la porta della serie D, un solo punto garantisce la promozione. Di fronte la Libertas Stabia, già qualificata per disputare i playoff, ma senza Loreto e Lauro tra i 18 in lista. Subito in avanti i padroni di casa al fischio d’inizio, ma Gargiulo devia in angolo il primo spiovente in area di Ascione. Al12’ angolo di Fermentino per la testa di Marcucci, la palla sorvola la traversa, un minuto dopo ripartenza scafatese con Del Gaudio, ottimo il recupero di Mosca sulla tre quarti stabiese. Al 19’ Del Gaudio conclude da fuori, Di Martino interviene in tuffo per evitare l’angolo. Solo al 28’ arriva un’altra conclusione da fuori che termina abbondantemente fuori, autore, Ferrentino. Al 35’ la Virtus sblocca il risultato con la schiacciata di testa di Polverino su punizione di Ferrentino dalla destra. Al 39’ destro al volo in area di Marcucci su assist di Bencardino, Di Martino blocca a terra. Il ritmo di gioco resta basso e si arriva alla fine della prima frazione senza ulteriori scossoni. Inizia il secondo tempo e la Libertas va subito al tiro con Mosca che non inquadra la porta, ma la Virtus raddoppia al 6’ con Marcucci che insacca sulla respinta di Di Martino in uscita sul centro di Bencardino. All’8’ la Libertas dimezza subito le distanze con Solimene che sfrutta il lancio di Calvanico. Al 13’ Di Ruocco va in area ma non riesce a chiudere in diagonale per la pressione di Cirillo. Al 15’ Chierchia supera due avversari e fa partire un destro che esce di poco sull’incrocio dei pali alla sinistra di Gallo. Al 19’ è ancora la Libertas a rendersi pericolosa con Parmentola, ben servito da Di Ruocco in area, la palla sfiora la traversa. Al 20’ Ascione spreca davanti a Di Martino calciando alto, un minuto dopo Mosca ci prova da fuori, Gallo ferma a terra. Punizione di Chierchia al 32’ con palla di poco a lato alla destra del portiere. La Virtus, ormai appagata tiene palla pregustando la festa che inizierà al triplice fischio dell’arbitro, mentre la Libertas pensa anche ad evitare la sconfitta, ma i padroni di casa tengono basso il ritmo. Al 44’ la Libertas riacciuffa il pareggio col tapin di Montella su assist di Mosca, ma il pubblico si prepara alla festa e quando l’arbitro dice che può bastare esplode la gioia in campo e sugli spalti, la Virtus Scafatese è promossa con pieno merito in serie D. La corsa della  Libertas Stabia non finisce qui e dopo una stagione strepitosa, l’aspetta il confronto playoff sul campo dell’Angri. Enzo Esposito

Per guardare le foto clicca qui

Ultima gara di campionato

Con questa gara termina il campionato di Eccellenza, eccezionalmente la stagione 2013/2014 termina di Mercoledì, almeno per la fase regolare, dopo di che ci sarà la coda degli spareggi. Intanto si disputerà il Torneo delle Regioni, la manifestazione giovanile che vede protagoniste le rappresentative regionali e che quest’anno sarà ospitata dalla regione Friuli Venezia Giulia  dal giorno 12 al 19 Aprile 2014. Ma veniamo alla gara di Scafati, ad arbitrare è stato scelto il sig. Alessio D’Amato della sezione di Siena, che sarà assistito dai sigg. Aniello Bagnati e Dario Raho della sezione di Ercolano. A VIRTUS SCAFATI

Ancora un pari tra Libertas Stabia ed Eclanese

Reti: 39′ pt. Loreto, 47′ pt. Garzone, 1′ st. Ruggiero, 10′ st. Lauro

Libertas Stabia: Amodio, Esposito ( 6′ st. Calvanico), Inserra, Schettino M. ( 30′ st. Montella), Loreto ( 28′ st. Cesarano), Gargiulo, Di Ruocco, La Monica, Solimene, Chierchia, Lauro. A disp. Di Martino, Memoli, Mosca, Lombardi. All. Maurizio Coppola

Eclanese : Caruccio, Salierno G., Nevola ( 1′st. Vecchione), Granozi, Villacaro, Capossela, Buonfiglio ( 17′ st. Tammaro), Garzone, De Stefano (21′ st. Squitieri), Ruggiero, Salierno M.. A disp. Pengue, Scaringi, Bellofatto, Sirignano. All. Franco Iannuzzi

Arbitro: Sergio Balbo della sezione di Caserta

Assistenti: Luca Valletta di Napoli e Mariano Izzo di Torre del Greco

Ammoniti: La Monica e Lauro (LS), Ruggiero, Garzone, Capossela e Granozi (EC)

Recupero: 2′ pt e 4′ st

Una gara avvincente quella vista al Comunale di Casola questo pomeriggio; Ancora un pari tra le due formazioni, mai tra Libertas Stabia ed Eclanese si è verificato un risultato diverso, le contendenti si sono scontrate  nella loro storia per 8 volte ed hanno sempre pareggiato. La cronaca, al 10′ Solimene va via sulla fascia e serve Di Ruocco, questi dal fondo manda in area per Lauro, Villacaro riesce ad anticipare. al 16′ ancora Lauro , il suo colpo di testa, centrale è parato. passano solo 2′ ed ancora il centravanti stabiese ci prova di testa, appena dentro l’area, riesce ad anticipare Caruccio, ma la distanza permette il recupero di Granozi che salva mandando in angolo. L’ennesimo tentativo di testa di Lauro al 24′ esce di poco a lato. Al 27′ la punta si trasforma in uomo assist, cross perfetto dalla destra sull’out opposto a servire l’accorrente Inserra, al ragazzo manca il coraggio di battere al volo, serve indietro per La Monica il cui tiro è però deviato in angolo. Sugli sviluppi è ancora Lauro ad andare in cielo, palla ancora di un soffio a lato. Al 35′ si fanno vedere gli ospiti, Buonfiglio appena in area calcia rasoterra alla destra di Amodio, tiro che il portiere tocca e manda in angolo. Al 39′ Chierchia batte l’ennesimo calcio d’angolo, in area irrompe Loreto che anticipa l’uscita di Caruccio e porta in vantaggio i suoi. L’Eclanese riesce però a pareggiare prima del rientro negli spogliatoi, al 2′ di recupero, dalla destra calcia in diagonale De Stefano, Amodio ci arriva ma riesce solo a smanacciare, la palla arriva sui piedi di  Garzone per il più semplice dei gol. La ripresa è iniziata da appena 1′ quanto Ruggiero ruba palla al centrocampo stabiese e si invola verso l’area, inutile l’inseguimento dei centrali difensivi, la punta anticipa di sinistro l’uscita di Amodio e deposita in rete. La reazione stabiese è istantanea, al 4′ Solimene ” spara” dalla distanza, il tiro è però centrale e Caruccio può bloccare. Al 8′ Di Ruocco manda fuori incredibilmente a due passi dalla porta. Ma al 10′ il pareggio arriva con bomber Lauro, che si esibisce ancora nella sua specialità mandando in rete di testa su servizio di Chierchia. La reazione ospite è ancora affidata a Ruggiero, penetrazione a sinistra e tentativo di scavalcare il portiere, stavolta Amodio ha la meglio e ribatte il tiro. Al 31′ Lauro coglie la parte alta della traversa con un tiro dalla distanza. al 37′ Nevola riesce ad anticipare Lauro di un soffio con Caruccio superato.  Al 38′ il portiere ospite vola a deviare fuori una punizione di Chierchia. Al 49′ ancora il portiere ospite sugli scudi, quando riesce a mandare fuori un forte e preciso diagonale di Lauro. Ed ora, si torna in campo Mercoledì 9 aprile per l’ultimo atto della regular-season con i ragazzi di mr. Coppola già sicuri di disputare i play-off, e con la certezza di avere disputato uno stupendo campionato, al di sopra di ogni rosea previsione. Nino Lucarelli

Clicca e vai alla GALLERIA FOTO

Calpazio ,Libertas Stabia 1-2

Reti: 15′ st (R) Chierchia, 29′ st. D’Angelo, 40′ st. Montella

Calpazio:Calamusa, Discepolo, Delfino, Montera, Vicedomini, Pecora, Forlano ( 25′ st Meyerj), De Falco, D’Angelo (36′ st.  Cavallo), De Cesare, Guerriero. A disp. Bufano, Iuliano, Miglino, Marino, Polverino. All. Gianfranco Balzano.

Libertas Stabia: Amodio, Esposito, Bagnoli( 21′ st. Inserra), Battimelli ( 21′ pt. Schettino M.), Loreto, Gargiulo, Di Ruocco, La Monica, Montella, Chierchia ( 30′ st.Cesarano), Lauro. A disp.: Di Martino, Calvanico, Mosca, Lombardi. All. Maurizio Coppola.

Arbitro: Harley De Marino di Napoli

Assistenti: Luciano Maria Rizzo di salerno e Paolo Romano di Nocera inferiore

Ammoniti: Chierchia, Lauro, Delfino, Montera

Espulsi: Delfino al 47′ pt.

La Libertas Stabia conquista l’intera sul difficile campo della Calpazio e allunga sulla Pro Scafatese sconfitta a Mirabella Eclano. Confronto delicato tra due squadre dagli obiettivi diametralmente opposti , la Libertas in zona playoff e la Calpazio nei playout. Padroni di casa vogliosi di ottenere il successo ad ogni costo, anche di andare oltre i limiti consentiti, così impostano la gara sulla forza che sfocia anche nella cattiveria, ne fa le spese Battimelli che in uno scontro aereo con Montera riporta un vistoso taglio al labbro, siamo solo al 18’ ed il capitano verrà condotto in ospedale per la sutura chirurgica sul finire del primo tempo, plateali ma più che giustificate le proteste del diesse Cipriano Coppola, nel vedere che i volontari della CRI non sembravano prendere l’iniziativa per il trasporto del ferito con l’ambulanza in dotazione. Ma veniamo alla gara, Calpazio più intraprendente, gioca duro ma senza rendersi mai pericolosa, l’arbitro non interviene subito e la partita degenera, la Libertas è costretta a difendere l’immunità fisica e solo nel finale di tempo comincia a macinare gioco, al 37’ va anche in gol, punizione di Chierchia dal limite, il portiere respinge sui piedi di Montella che insacca, ma l’arbitro annulla per fuori gioco. Sembra che la decisione sia scaturita per il fatto che il pallone sia stato toccato da un altro giocatore stabiese prima dell’intervento di Calamusa. La Libertas insiste e si rende pericolosa ancora, al 38’ Di Ruocco serve Montella in profondità, questi centra basso ma non trova compagni in grado di sfruttare l’occasione. Al 41’ Lauro irrompe sottomisura su calcio dalla bandierina di Chierchia, un difensore salva sulla linea a portiere battuto. Al 47’ l’attaccante stabiese subisce un fallaccio da Delfino, questa volta per l’arbitro è rosso diretto, nella ripresa si susseguono le scorrettezze, ma la Libertas va ancora vicina al gol al 10’ con Chierchia che colpisce il palo alla sinistra del portiere con un rasoterra dal limite. Al 15’ l’episodio che sblocca il risultato, Montella viene atterrato in area e l’arbitro concede il penalty che Chierchia trasforma con un rasoterra che passa sotto il corpo del portiere. Ripartenza stabiese due minuti dopo, si crea la superiorità  numerica, ma Di Ruocco scivola nel momento topico e l’occasione sfuma. Al 20’ Montella supera di poco la traversa con una rovesciata su centro di La Monica. Lo stesso Montella spreca una buona occasione al 28’ e sul capovolgimento di fronte Amodio è costretto all’uscita fuori dalla propria area per anticipare De Cesare. Passa un minuto e la beffa è servita, quando D’Angelo supera Amodio con un colpo di testa su cross di De Cesare. Al 34’ la Calpazio potrebbe passare ancora con De Cesare da posizione defilata dopo aver evitato l’uscita di Amodio, la palla attraversa lo specchio della porta e termina fuori. La Libertas coglie il successo con Montella che recupera palla in attacco, si fa largo tra i difensori e trafigge Calamusa con un preciso rasoterra. Vittoria meritata per gli uomini di mister Coppola che consolidano la quarta posizione in classifica.    Enzo Esposito

CLICCA E VAI ALLA GALLERIA FOTO